header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Iration Steppas Vs. Vibronics @ Forte Prenestino - 11/12/2004


Ten Inches Promotion è orgogliosa di presentare from UK, Iration Steppas vs. Vibronics. Un evento assolutamente eccezionale in cui due tra gli artisti maggiormente rappresentativi della scena reggae dub inglese si incontreranno/scontreranno a colpi di frequenze subsoniche, in un clash tipicamente UK style. Il Forte Prenestino, da sempre attento alle contaminazioni dei generi musicali “tradizionali” con l’elettronica, ospiterà questo importante evento che andrà a concludere la giornata nazionale di mobilitazione contro il proibizionismo e la legge Fini sulle droghe leggere.

VIBRONICS feat. MC Madu
La “prima volta” con il dub, Stephen Gibbs, in arte “Vibronics” la vive, come molti altri “roots addict” durante una dance hall del mitico Aba Shanti I. E’ durante una di queste sessions, che Vibronics decide di dare quel tipo di feeling alle proprie produzioni. Decide di mettere su uno studio minimale, e di produrre un demotape, che nel 1995 finisce proprio tra le mani di Aba Shanti I. Le sue potenti sonorità trovano per la prima volta espressione sotto forma di un dubplate chiamato “Universal Love”. Siamo agli albori della sua attività, Subito dopo comincia una collaborazione proprio con Iration Steppas che porta alla produzione dello stepper “Dub Discovery”. Da questo momento in poi, l’attività di Vibronics stringe una forte connessione con la realtà dei sound system, realtà verso la quale sono orientate praticamente tutte le produzioni dell’artista. Si sviluppa quindi una nuova collaborazione con i pionieri del dub, Zion Train, collaborazione che continua fruttuosamente tutt’ora. La prima traccia pubblicata da Vibronics infatti compare proprio su una compilation prodotta dalla Universal Egg, etichetta degli Zion Train. Arriva la proposta di far parte in pianta stabile del roster Universal Egg, e comincia un lungo tour in Europa che toccherà 4 nazioni per un totale di 22 date. Tornato alla base, Steve produce la prima traccia della neonata Deep Roots, sottoetichetta della Egg specializzata in 7” sound system oriented, “Jah light Jah love”. A seguito di numerosi clash cui partecipa durante lo Universal Egg Experience tour, nel 1998 stringe una collaborazione con il dubmaster Jah Free che porta all’uscita dell’album “Outernational Dub Convention”. Jah Free contribuisce con dei raffinati mix vocali, e Vibronics risponde con 6 pesanti hard dubs. L’album porta i due estrosi artisti a girare l’Europa, avvalendosi della collaborazione al microfono dell’MC Richie Roots. Nel frattempo però, anche lo studio progredisce e diventa il famoso Bathysphere studio, una sorta di joint-venture situata a Leicester dove collaborano artisti come Alpha & Omega, Wayne McArthur, The Disciples, The Dub Factory, lo stesso Jah Free e gli Zion Train. I miglioramenti tecnici dello studio danno un nuovo tocco al Vibronics sound, e il risultato si sente su i nuovi due 7”, “On Jah Side” e “Positive Direction”. Entrambe le tunes sono sold out in brevissimo tempo, e portano ancora di più alla ribalta il suono di Vibronics, nonché quello della cantante Boney L, già apprezzato per il singing su Jah Light Jah Love. Boney viene inclusa nella formazione per i live set, insieme a Vitamin M, originale suonatore di melodica. E’ il momento del primo vero e proprio album, “Dub Italizer”. Il disco è una raccolta delle migliori tunes testate da Steve durante gli ultimi due anni di sessioni live. L’album riscuote enormi consensi, e porta il produttore inglese a girare nuovamente con i suoi live in tutta Europa, da Helsinki a Varsavia fino a Lisbona. Ovviamente però, Steve gira molto anche la Gran Bretagna, con memorabili session a Glasgow, Brighton e naturalmente Leicester. Richi Roots e Vibronics fondano in seguito la loro nuova etichetta, Scoops, che rapidamente diventa una delle più prestigiose label specializzate in roots music, e raggiunge un notevole standard qualitativo.
La prima produzione vede la partecipazione di Tena Stelin alla voce, registrata al Disciples Backyard studio, e mixato al Bathysphere studio di Leicester. Da quel momento in poi, tutte le edizioni limitate marchiate Scoops, hanno regolarmente registrato un sold out rapidissimo. Numerosi artisti di punta della scena UK hanno partecipato alle produzioni Scoops, gente come Murry Man, Wayne McArthur e Madu. L’ultimo ad aver cantato su una produzione uscita proprio in questi giorni è il giovanissimo e talentuoso singer Jah Marnyah. Incapace di arrestare la sua onda creativa, Vibronics ha pubblicato da poco il suo nuovo album, “Dubliftment”, che vede un approccio più maturo alle sonorità dub, frutto dell’esperienza maturata in questi anni, e nuove prestigiose collaborazioni.

IRATION STEPPAS

Torna a Roma Iration Steppas, sound system punto di riferimento fondamentale della scena dub mondiale. Avanguardia del più spinto warrior dub style di marca britannica, Iration Steppas ha costruito la sua fama internazionale sulla potenza del sound techno-dub e sul carattere spettacolare delle sue performance.

Il duo di Leeds, composto da Dennis Rootical al basso e Mark Iration all'elettronica e alla voce, porta avanti da anni l'ibridazione tra le sonorità più classiche del roots e del dub old school con quelle elettroniche di techno e house. Melodie in minore in pieno stile roots, ritmi classici in levare ed echi ipnotici punteggiati da una cassa serrata e da percussioni acide che suonano come frustate.

Con il nuovo lavoro, "Dubz From De Higher Regions", e dopo una serie di performance internazionali di grande successo tra Regno unito, Francia, Germania, Stati Uniti e Australia, Iration Steppas torna finalmente in Italia per esibirsi in un esclusivo clash con un altro dubmaster di riferimento della scena UK: Vibronics.

Iration Steppas nasce a Leeds nel 1990 come sound system. Il fondatore, Mark Iration, è un appassionato di musica roots e dub ed è dotato di una impressionante ed energetica presenza scenica che da subito diventa un tratto essenziale dell'identità del sound system.

In breve tempo Iration Steppas si impone come il sound system più importante nel nord dell'inghilterra: promuove e supporta artisti come Aswad, Culture, Mad Professor, Horace Andy, Twinkle Brothers e suona al fianco di sound system del calibro di Aba-Shanti-I, Jah Shaka, Jah Tubbys e The Disciples.

La mossa successiva di Mark è quella di entrare in studio e registrare l'ormai leggendario dodici pollici 'Scud Missile'/ High Rise Vibration' e lo splendido remix dell'EP 'Koyaanisquats' di Rootsman per l'etichetta Soundclash. Spinto dal successo di queste due prime release Mark decide di puntare di più sulle sue produzioni ed entra in contatto con Dennis Rootical. Insieme i due registrano una quantità impressionante di tracce su DAT e cominciano a mixarle dal vivo con Dennis al basso e Mark nelle vesti di dubmaster e mc.

Il nuovo stile Iration riscuote subito un grande successo e il duo viene invitato a suonare sempre più di frequente in dancehall e festival in tutto il Regno Unito e in Europa, costruendosi un'ottima reputazione. Al ritorno in studio, le tracce che dal vivo hanno riscosso maggior successo vengono stampate su vinile e pubblicate. Nel frattempo la base dei sostenitori cresce sempre di più e il duo comincia a pubblicare una serie di fortunatissimi dieci pollici sulla propria etichetta, Iration Steppas Rec., e ad apparire in diverse compilation dub storiche tra cui "Macro Dub Infection" (Virgin), "Lead With the Bass" (Universal Egg), "Research & Development" (On-U-Sound) e "Dubhead Volume One" (Dubhead) finchè, nel 1996, non esce finalmente il loro album d'esordio, "Original Dub DAT", divenuto rapidamente un disco di culto nella scena dub internazionale.

La loro sperimentazione in studio, in cui i ritmi serrati del dub new school si fondono con le sonorità trip hop e dope beats, li porta a sviluppare un nuovo sound che comincia a filtrare anche nelle esibizioni live e ottiene da subito il consenso del pubblico. Ulteriori sperimentazioni in questa direzione portano il duo a sviluppare un sound particolare, diverso da quello da cui Iration Steppas era partito.
Nasce così il nuovo progetto Kitachi grazie al quale Iration e Rootical firmano con la React che li promuove come punto di forza dell'etichetta Dope on Plastic per la quale pubblicano due album. In questo periodo il duo suona sia come Iration Steppas che come Kitachi, di solito alternando i due progetti nel corso della stessa session, introducendo così il pubblico a entrambe le sonorità.

Nonostante le scadenze pressanti legate al progetto Kitachi, Iration Steppas ha continuato a produrre singoli, a collaborare a diverse compilation e a mettere da parte materiale per la pubblicazione dell'attesissimo secondo album. Non essendo inclini a pubblicare lavori in modo frettoloso ma prediligendo sempre un'attenzione maniacale al confezionamento delle tracce, Iration e Rootical ci hanno fatto aspettare un bel po' per questo loro secondo abum: ma ne è valsa la pena!!

A Marzo è uscito finalmente "Dubz From The Higher Regionz" (Dubhead). Il disco suonerà familiare non solo ai molti fan di Iration ma anche al pubblico europeo delle session dub in generale visto che alcune delle tracce di "DFTHR" girano da qualche anno come dubplate sui piatti dei sound system più famosi. Una miscela di dub e vocal cuts, in cui riconosciamo, tra le altre, la voce di Tena Stelin e quella dello stesso Mark. Tra le sedici tracce del nuovo lavoro, alcune sono state registrate da session live e restituiscono pienamente il gusto e la potenza delle performance del duo. Il CD include anche una versione vocal di "Locks" dal recente dieci pollici Dubhead. Il vinile include invece otto tracce mai pubblicate prima, molte delle quali sono versioni differenti rispetto a quelle pubblicate sul cd.



Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice "various" - Back to the "various" index



This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - vvibes@geocities.com