header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Rototom Sunsplash 2001
Parco del Rivellino - Osoppo (Udine)


... lunedì 2 luglio (Mimmo Superbass)

Come ormai da tradizione per il Rototom-Report di Vibesonline.net, subentro al mio collega Pier Tosi nella descrizione delle giornate in cui lui non ha potuto esserci.
Premetto anche che, essendo impegnato in alcuni aspetti organizzativi del Sunsplash, non ho potuto seguire i concerti dei gruppi sul palco piccolo, ed in questo il mio resoconto non potra' quindi essere completo.

Il main stage di lunedi' 2 si profila in maniera piuttosto atipica e fuori dagli schemi reggae ortodossi. Avrebbero dovuto aprire i Postmen, un gruppo olandese di meritata fama, che hanno la capacitą di fondere il reggae e l'hip hop in maniera assolutamente convincente e credibile (se li trovate, non perdetevi i loro ottimi album). Il fatto che non e' stata comunicata in nessun modo la loro assenza non giova certo all'immagine del festival.

Ma non e' certo a causa della mancanza dei Postmen che un certo malcontento serpeggia oggi tra gli oltranzisti piu' testoni del Sunsplash: un malcontento destinato a diventare rigetto con la selezione del DJ degli Asian Dub Foundation, che dal palco diffonde le giuste vibes mentre il resto del gruppo si carica per la session in arrivo. Un oretta di techno-ska, garage, drum'n'bass, ed altri appetitosi grooves bastano per mandare al bar i forzati del reggae e rinsaldare le fila di chi ama la musica ricca di anima e vitalita': il vero presupposto base del reggae.

Il live set degli Asian irrompe sul palco con un impatto travolgente, spazzando via di colpo il triste grigiore vissuto il giorno prima con la scandalosa esibizione dei pseudo-Black Uhuru. I sapienti tessuti ritmici vengono espressi live con una carica quasi punk (c'e' chi li ha paragonati ai primi Clash) riuscendo benissimo a creare con gli strumenti tradizionali sonoritą che su disco sembrano piu' computerizzate.

Il percussionista dai lunghi capelli con il tamburo tradizionale indiano non e' solo folklore: il suo strumento e' decisivo nel mix complessivo di un gruppo che sa esprimere le mille suggestioni di una cultura meticcia tutta londinese. Quando poi irrompono i due giovanissimi cantanti e' gioia pura! Saltano da un punto all'altro dello stage con sincera passione vitale, rappando, cantando e gridando inna deejay style... con energia costante dall'inizio alla fino. Un bell'esempio di community music.

Ai forzati del reggae non resta che affollare la yard dei sound system, dove Bass Fi Mass e One Love Hi Pawa manterranno alto il livello energetico del Sunsplash, oltre che la loro reputazione di top sound italiani. Centinaia di accendini, braccia alzate, grida, corpi sudati in movimento, per la piu' partecipata dance del Sunsplash 2001 (dopo David Rodigan), in una tenda sound system che comunque in generale quest'anno ha visto aumentare sensibilmente l'attenzione e il fomento verso le dance hall.

Continua...


Vibesonline.net - 2001

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice "various" - Back to the "various" index


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net