header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


WARRIOR KING

a cura di Pier Tosi.

Su Vibesonline.net c'e' anche:
Intervista con Warrior King


Warrior King e’ una delle soprese recenti del reggae soprattutto per cio’ che riguarda il new roots e deve molta della sua fortuna iniziale addirittura alla sua primissima release: nel 2001 la Lion Paw label ha infatti pubblicato il suo singolo di debutto ‘Virtuous woman’ ed e’ subito diventato un grosso hit che ha contribuito in enorme misura ad affermare il suo nome. Pensate che mentre questo singolo impazzava in Giamaica, Warrior King stava ancora ultimando i suoi studi al National Tools Engineering Institute. E’ nato il 25 luglio 1979 a Kingston, il suo vero nome e’ Mark Dyer. Passa la sua infanzia con la famiglia in un piccolo villaggio del distretto di Clarendon mentre in seguito si stabilisce nei pressi di Portmore dove risiede tuttora. Durante la sua adolescenza e’ affascinato dallo stile di Bounty Killer (il suo primo nome da artista e’ stato Bounty Junior) ma ben presto sviluppa uno stile personale nel partecipare ai vari talent shows in cui si fa notare da alcuni produttori. In seguito cambia il suo nome dapprima in Junior Kid poi in Junior King, mentre Frisco Kid lo battezza finalmente Warrior King. Abbiamo gia’ parlato del modo con cui questo artista e’ esordito: ‘Virtuous woman’ e’ andato alla grande nel 2001 non solo in Jamaica e Warrior King e’ subito diventato uno dei singers su cui si sono focalizzate le attese del pubblico. La sua escalation comunque e’ costante nei primi tempi del suo successo con altri singoli bellissimi come ‘Africa shall be free’, ‘Breath of fresh air’ e soprattutto ‘Never go where the pagans go’ e ‘Jah is always there’. Nell’ottobre del 2002 e’ uscito a grande richiesta il suo primo CD ‘Virtuous woman’ rivelandosi non soltanto un elenco di hits gia’ publicati su singoli ma un lavoro molto ben calibrato e concreto ed uno dei piu’ bei CD dell’anno. La carriera di Warrior King continua e grazie al suo successo ha l’opportunita’ di portare i suoi hits dal vivo in giro per il mondo: il primo tour italiano al seguito di Abyssinians nell’autunno 2003 ci ha mostrato un ottimo performer che unisce l’energia della giovinezza all’emozione del piu’ autentico spirito roots. Pur senza esagerare le uscite discografiche Warrior King continua a ben figurare nel mercato dei singoli nel 2004 con ottimi singoli per varie etichette tra cui Calibud, Digital B e Lion Paw. Dopo avere mancato il Rototom Sunsplash, in cui figurava in cartellone, nel dicembre 2004 torna in Italia al seguito di Bushman e conferma la buona impressione mostrata un anno prima nel suo primo tour italiano. A questo punto sta per arrivare il momento della verita’ con la prevista uscita del secondo album ‘Hold the faith’ nei primi mesi di questo 2005: se Warrior King mantiene gli standards mostrati con i suoi recenti singoli si trattera’ sicuramente di un altro lavoro di primo piano.

Leggi l'intervista con Warrior King



DISCOGRAFIA SINGOLI

Virtuous Woman (Lion Paw 2001)
Never go where the pagons go (Calibud 2001)
Empress so divine (Calibud 2001)
Education (Penthouse 2001)
Breath of fresh air (Young Blood 2002)
Hail King Selassie (Masterlock 2002)
Africa shall be free (Lion Paw 2002)
Jah is always there (Isle Of Spring 2002)
I love you (True Love 2003)
Black woman (Real Music 2003)
Good people (Shocking Vibes 2003)
Power to chant (Calibud 2003)
Rock to the riddim (Baby Father 2003)
Baby boy (Raggedy Joe 2003)
A friend indeed (CJ 2003)
Love for the people (5th element 2003)
Keep the faith (Calibud 2003)
You say you love me (All Access 2004)
Precious Precious (Voice Stream 2004)
Sabbath days (First Nation 2004)
Baby girl (Roaring Lion 2004)
Love Jah more (Digital B 2004)
Can’t get me down (Digital B 2004)
Where is the love (Young Blood 2004)
Life (Cash Flow 2004)
My life (Lion Paw 2004)
Love is all I know (Young Blood 2004)
Let’s love shine (con Iley dread) (Kings Of Kings 2004)
Why (JR 2004)

  •  

  •  


    Vibesonline.net - 2005

    Per tornare all'inizio pagina
    Per tornare all'indice "various" - Back to the "various" index


     

     

     

     


    This page is part of the Vibesonline.net web-zine
    home page http://www.vibesonline.net
    web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it