header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Biografia di Bushman

a cura di Pier Tosi.


Dopo il suo esordio discografico in grande stile nel 1997 con il suo primo album 'Nyah man chant' prodotto da Steely & Clevie e distribuito in tutto il mondo dalle etichetta britannica Greensleeves, Dwight Duncan, meglio noto come Bushman sembrava avere davanti un futuro molto roseo e la strada spianata per il grande successo.

E' con molto stupore che negli anni successivi, una certa sparizione del suo nome, soprattutto dal mercato dei singoli jamaicani aveva provocato nei reggae fans piu' incalliti non poche perplessita'.

Ora, dopo varie vicissitudini il nome di Bushman e' tornato assolutamente alla ribalta ed il nostro uomo e' di sicuro uno degli artisti roots piu' affermati se non in Jamaica, dove non gode ancora di enorme notorieta', un po' in tutte le piazze calde del reggae in U.S.A. ed in europa.

Bushman e' nato nel 1974 nel piccolo parish rurale di Prospect Beach nella zona di St. Thomas ed e' cresciuto in un ambiente Rasta, anche se ha iniziato le prime esperienze di cantante nel coro della chiesa locale all'eta' di nove anni.

Durante la sua adolescenza Dwight continua il suo training di artista sotto il nome di Junior Melody e diventa anche selector del locale Black Star Line Sound System, e ben presto si reca a Kingston per cercare di avere l'opportunita' di registrare il materiale che ha scritto.

L'opportunita' arriva ben presto ed il giovane diviene un pupillo di Steely & Clevie che gli danno l'opportunita' di registrare i primi singoli ottimamente accolti: 'Grow your natty' e 'Call the hearse'.

Questi due singoli sono tra i brani portanti del suo ottimo debut album 'Nyah man chant' del 1997, ma a questo punto per vari motivi, alcuni dei quali anche spiegati dalla intervista che segue, il suo nome si perde un po' ed il giovane artista non prosegue la parabola ascendente che, con un affermato album sul mercato mondiale come 'Nyah man chant', appare come gia' segnata.

Nel 1999, il periodo di stasi seguito all'abbandono di Steely & Clevie e' interrotto magicamente oltre da alcuni ottimi singoli su varie etichette jamaicane, da una nuova importante partnership col leggendario King Jammy che gli produce lo stupendo album 'Total commitment', uno dei migliori reggae albums usciti in quell'anno.

Bushman appare veramente molto maturato rispetto ai suoi esordi anche se la sua voce ricorda notevolmente quella di un altro sensazionale cantante roots dei nostri tempi e cioe' Luciano.

Rientrato totalmente nell'ambiente discografico jamaicano Bushman registra anche alcuni singoli sensazionali come 'I burn' sulla etichetta Calibud, 'Life' sulla Pick Out label (il testo racconta proprio le vicende della sua vita) oppure il magnifico 'Extortioners', prodotto da Donovan Germain sulla sua Penthouse label.

Nell'autunno del 2000 esce sulla etichetta americana Artist Only! un suo album di profilo inferiore prodotto dalla crew inglese Stingray con il titolo 'A better place'.

Quando Bushman arriva in Italia nel dicembre del 2000 e risponde alle nostre domande, e' appena uscito un suo live album intitolato 'Live at the Opera House' sulla Kings Of Kings label di Iley Dread (guarda caso Bushman arriva in Italia proprio al seguito di un Kings Of Kings showcase con lo stesso Iley e Chrisinty), e si parla da tempo di un degno successore di 'Total commitment' nuovamente prodotto da King Jammys.

Al momento di scrivere, questo album, 'Higher ground' e' gia' da mesi in circolazione, Jammy per agevolarne la distribuzione si e' fatto valere per vie legali ed ha fatto temporameneamente sospendere la distribuzione dell'album Artists Only!: 'Higher ground' e' un ottimo album e lo trovate recensito su questo sito.

Vediamo ora come Bushman ha risposto alle nostre domande durante l'intervista nel backstage dell'Auditorium Flog lo scorso dicembre.


Vibesonline.net - 2001

Vedi su Vibesonline.net: Intervista con Bushman.

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice "various" - Back to the "various" index


We had a reasoning with Bushman during his first italian tour on december 2000: you can read here our full lenght interview done at Florence's Auditorium flog after his show.

For further inormation about Bushman check the following URLs:
http://www.snwmf.com/festivalbios/2K1/bushman.html http://www3.sympatico.ca/wrickd/music/reggae/bushman.html http://www.rudegal.com/bushmanbio.htm


This page is part of the Vibesonline.net web-zine<