header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Battyboys a fi dead

Maria Carla Gullotta.


I battyboys in patois sono gli omosessuali, una sorta di vittima designata della cultura tutta al maschile che domina in Giamaica, nella musica e nella societa'.
L'omosessualita e' fuori legge nell'isola del one love e se due adulti consenzienti vengono sorpresi in azione si prospetta per loro il processo e una multa salata. Senza tenere conto dello scherno e del disprezzo che polizia, giudice, avvocati, mostrano per loro.

Un atteggiamento di razzismo diffuso, e un' intolleranza che trovano le loro radici e giustificazioni storiche nella Bibbia, il testo di tutte le religioni riformate , le piu' diffuse in Giamaica.
L'evocazione di Sodoma e Gomorra, il concetto che l'omosessualita' sia una pratica contro natura e che danni l'anima a chi ne sia seguace si accompagna al mito tutto maschile del "big bamboo", alla spavalda esibizione di un attributo che per i giamaicani e' motivo di vanto leggendario. Sempre pronti, sempre alll'erta, sempre con la lancia in resta, cosi si descrivono nei testi delle canzoni.

Dal calypso al reggae, al beat prepotente del ragga, e' una continua celebrazione di potenza, virilita' , disponibilita infinita. Una cultura devastante per i maschi locali che tremano all'idea che le loro performances non siano all' altezza di tanta aspettativa, che li costringono a considerare l'atto sessuale come una sfida continua, che li confinano nel ruolo di "sciupafemmine" senza sfumature e sentimenti meno aggressivi. Una gran fatica alla fine e se si legge la posta nelle rubriche specializzate dell' Observer o di X News si sente serpeggiare la preoccupazione.

Il popolare programma "Sex Wise",condotto da Andrea Williams su Irie Radio ogni martedi sera registra un elevato numero di telefonate di uomini che, protetti dall'anonimato, confessano le loro angosce rispetto alla dimensione canonica dello strumento di piacere, alla durata della prestazione, al numero di riprese richieste per essere considerati soddisfacenti.

Le donne ,dal canto loro, si lamentano della mancanza di sentimentalismo dei loro incontri amorosi e dell'incostanza dei loro partners che, una volta soddisfatta la loro curiosita' per un nuovo rapporto, spariscono, tradiscono, si prendono infezioni sessuali.

Durante i concerti e' assolutamente inevitabile udire le invettive lanciate dal palco contro i gays. "Kill them, shoot them, battyboys a'fi dead!!!"
La musica giamaicana ha sempre avuto il merito di parlare di reality ma la difficile situazione che l'isola vive nel suo travagliato quotidiano dovrebbe fornire argomenti piu' consistenti dell'urlo contro gli omosessuali, una sorta di parola d'ordine facile e scontata se si vuole strappare l'applauso, il consenso del pubblico.

Sarebbe forse utile ricordare che la Bibbia, a cui questa crociata si ispira, non e' un testo della tradizione religiosa africana, anzi e' stato un valido strumento di colonizzazione culturale. Sarebbe importante capire che di razzismo e ipocrisia i neri hanno sofferto per generazioni e il marginalizzare oggi chi, come loro, e' considerato " diverso" fa paura perche' dimostra come abbiano introiettato la pratica dell'intolleranza e della discriminazione per poi riversaral su chi, nella socita' giamaicana, e' piu' indifeso di loro.


Vibesonline.net - 2001

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice "various" - Back to the "various" index



This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net