header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Jah Mason
Title:Wheat & Tears
Label: Greensleeves

Distribuito in Italia da Goodfellas

Recensito da: Pier Tosi


Questo CD è uscito alla fine di settembre e non è quindi nuovissimo ma ci tengo a recensirlo per alcuni validi motivi: innanzitutto Jah Mason è un artista spesso accostato stilisticamente a personaggi come Sizzla e Capleton che, sebbene abbia raggiunto il successo in età non verdissima, sta attraversando un momento di grande ispirazione e maturità artistica ed è arrivato all’ottavo CD mantenendo standards piuttosto alti. Il secondo motivo è che ‘Wheat and tears’ è un ottimo lavoro in cui il ‘sing-jay style’ di Mason si esprime superlativamente facendoci ascoltare alcune tra le migliori conscious tunes del 2006. Byron Murray di In The Streetz co-produce il disco insieme allo stesso artista: ben dieci delle quindici tracce sono prodotte da Mr. Murray utilizzando i ritmi suonati dalla Firehouse Crew presenti anche in ‘Child of a King’ di Luciano. In questo nucleo di canzoni spiccano la title-track, ‘This morning’ e due tracks dolcissime in cui Mason è molto a suo agio in uno stile quasi confidenziale e cioe’ ‘Now you say’ e ‘Kingsof Kings’. Tra le restanti cinque tracce troviamo la notevole ‘My chalwa’ prodotta dalla label svedese Hi-Score: in questa canzone Mason dimostra di essere irresistibile quando incontra il ritmo giusto e cioè uno ‘stepper’ che vola leggero sospinto dal ‘one drop’ di una batteria acustica. Katrina ‘DJ Sunshine’ produce la ballata roots ‘Couple a chalice a day’ gia’ uscita su singolo sulla Yellow Moon mentre in ‘No time’ il bobo-dread va fortissimo su un ritmo roots dagli archivi anni settanta di Mikey Dread prodotto da Prince Malachi per la label svizzera Reggae Fever. In ‘Farmer man’, prodotta da Curtis Cole, Mason cavalca l’unico ritmo dancehall del disco e ‘Most high’, prodotta da Wayne Gordon è l’ennesimo inno a Rastafari di ‘Wheat & tears’. Un po’ tutte le sfumature e gli umori del new roots giamaicano contemporaneo sono presenti al meglio in questo lavoro che dimostra di come sia possibile nel 2006 innovare la reggae music restando affini in linea di principio alla sua ricca tradizione.


Vibesonline.net - 2007

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - vvibes@geocities.com