header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Africa Unite
Title: Vibra
Label: Black Out

Recensito da: Mimmo Superbass


Preceduto da una buona pianificazione promozionale, legata al bel video del brano "Sotto Pressione" in supporto alla campagna internazionale contro la pena di morte, VIBRA riporta ancora una volta sui nostri impianti stereo il piu' importante e longevo gruppo reggae italiano.
L'attesa era notevole, specie negli "ambienti reggae", visto che si vociferava di un album "molto roots" degli Africa, capace di soddisfare anche i loro fans piu' conservatori che storsero il naso all'uscita de "IL GIOCO". Personalmente, pur non essendo precisamente un "africaunitista" che canta a memoria le loro canzoni ai concerti, credo che la vera forza degli Africa sia nella magica unione delle due forze creative Bunna e Mada, e che VIBRA sia un momento di sintesi abbastanza equilibrato dei due, e quindi un album molto potente.

L'impressione e' che IL GIOCO sia un'esperienza che ha lasciato il segno, il che va molto a favore della piacevolezza di ascolto, e sopratutto giova alla necessita' del reggae italiano di uscire dai suoi cliche' e sprovincializzarsi.
In VIBRA i canoni del "Africaunitismo" ci sono tutti, ma sembrano brillare di luce nuova. L'essenza di questo concetto e' il brano finale, geniale ciliegina sulla torta che ti fa venire voglia del bis: quel "Politics" di "People Pie" memoria che ora viaggia su un sublime arrangiamento acustico di archi, me ne ascolterei un album intero! Finora solo i Twinkle Brothers (meets Trebunia Family: "Dub With Strings") avevano giocato la carta dei violini roots, e Vibes (inascoltata) grido' al miracolo.

In VIBRA c'e' sopratutto il canone degli "Steel Pulse italiani", un marchio che gli Africa si portano appresso sin dal principio. Un marchio che oggi suona molto piacevole, perche' la pulsazione di Pinerolo ricorda quella originale di Birmingham, non quella USA degli Steel Pulse attuali. La vena melodica di Bunna e' molto legata a quell'influenza maestra, ma a partire da "Babilonia e Poesia" e' riuscito a sposarla meravigliosamente con la lingua italiana, creando episodi lirici intensi e commoventi.

Quindi belle canzoni in VIBRA, belle melodie, ed anche belle canzoni d'amore. Con quest'album Bunna porta definitivamente a maturazione il lover's reggae made in Italy, genere che potenzialmente potrebbe esplodere, vista la notevole tradizione in materia della nostra penisola. Ci viene in mente la combination fra Bunna e i Sud Sound System in "Reggae Party", ed un secondo round ci avrebbe sicuramente reso felici.
Gli Africa Unite avrebbero tutto da guadagnare anche scoprendo un po' il mondo delle dancehall italiane, nel cui circuito sommerso scalpitano svariati talenti sconosciuti capaci di cavalcare in dj style qualsiasi ritmo, lovers compresi.

A prova di sound system sono i dub che a sorpresa spuntano tra le tracce di VIBRA, gioiellini targati Madasky, una fra le poche persone in Italia che sanno trattare un suono reggae in maniera professionale. E se "piacevole" e' uno degli aggettivi che mi viene piu' da usare in questa recensione, questo e' dovuto al fatto che gli album degli Africa suonano meravigliosamente, fanno "piacere" alle orecchie. Nella traccia chiamata C'E' si sente di piu' l'attitudine sperimentale di Mada, e questa per me e' anche la traccia piu' d'impatto dell'album, con una riuscita melodia di Bunna che scorre su di un coinvolgente tessuto ritmico dubbato ed evoluto.

Dopo un disco del genere viene di sicuro la voglia di andare a vedere un concerto degli Africa Unite, e considerato che sono dei micidiali lavoratori live, non mancheranno certo le occasioni di raggiungerli un po' in tutta Italia. L'immenso pubblico entusiasta ai loro concerti e' segno dell'affetto e la simpatia che circonda questo gruppo, e questo per un vero musicista conta di piu' delle classifiche di vendita. Nella classifica dell'amore del reggae italiano, Africa Unite e Sud Sound System viaggiano sempre in alto.


Vibesonline.net - 2000

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


Leggi l'intervista agli Africa Unite
e la cronaca del concerto
.


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net