header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: King Tubby/Jacob Miller
Title: King Tubby meets Jacob Miller inna Tenement Yard
Label: Motion

Distribuito in Italia da Goodfellas

Recensito da: Pier Tosi


I capolavori nascosti del passato del reggae continuano a riemergere: la britannica Motion mette sul mercato un misconosciuto ma magnifico dub album uscito come ‘blank’ senza nemmeno i titoli delle dodici tracce ed in poche copie nel 1976 come ‘E-E Saw Dub’. Il titolo dato dalla Motion ci fa capire di come il meccanismo di ‘dubbing’ a volte possa porre dei problemi di paternità della musica. Lo straripante Jacob Miller è chiamato in causa solo perchè dieci delle quattordici tracce in questione sono dubs dei suoi brani contenuti perloppiù nel suo album ‘Tenement yard’, ma la sua voce compare solamente qua e la alterata dal mixaggio. Viceversa invece la geniale visione musicale e l’abilità di King Tubby, il ‘padrino’ di tutti i dubmasters, sono tangibili nel lavoro di ‘taglia e cuci’ apportato a queste ben note tracce musicali: la musica scorre alla grande e gli echi e riverberi di Tubby non sono mai inopportuni mettendo anzi in risalto la grande qualità della musica. Un ruolo assolutamente non marginale ce l’hanno anche i corpulenti fratelli Lewis ed il resto della Fatman Riddim Section che ha suonato impeccabilmente questi ‘ritmi’ e sopratutto Bernard ‘Touter’ Harvey, tastierista di Wailers ed Inner Circle che li ha impreziositi con un ottimo lavoro al Moog, uno strumento fino ad allora non molto utilizzato negli studi di Kingston. Come avrete capito non siamo quindi alle prese di una prova routinaria ma di un classico sconosciuto ,ma sopraffino in cui troviamo micidiali versioni ‘dubstrumental’ di classici come ‘Suzie Wong’, ‘Tired fi lick weed inna bush’, Tenement yard’ e ‘Ghetto on fire’. L’ascolto di questo CD è doveroso per chi ama il reggae degli anni settanta e la mano fatata di King Tubby: ci riteniamo soddisfatti e possiamo soprassedere su qualche errore di ingenuità da parte dei compilatori nel attribuire i nomi a queste tracce nate come abbiamo detto senza nome.


Vibesonline.net - 2006

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it