header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Tribu' Acustica
Title: Tribu' Acustica
Label: Gridalo Forte

Recensito da: Pier Tosi


'Nun te ne parlo mo che ho perso il posto di lavoro
e so' ddu mesi che tiro avanti ma senza decoro
e che te lo dico a fa, pure la donna m'ha lasciato
e solo so' rimasto come un cane abbandonato
ma lo sai che c'e'? quando tocco er fonno me viene voglia de parti'
me viene voglia de da' un'occhiata al monno, e nun me va piu' de sta qui...'

('Me ne vojo anna')

Quando la noia ed il malessere aumentano sarebbe belissimo poter partire per i paesi dei nostri sogni, ma come al solito e' una questione di soldi...Non ci resta cosi' che tornare a sognare attraverso la puntina del giradischi oppure tornare in saletta a sognare, suonando il reggae con i nostri amici, magari aspettando l'arrivo di in original Natty Dread che si unisca a noi.

I nostri sogni cosi' si incarnano un po' nella musica di Tribu' Acustica, ensemble aperto romano (alcuni dei suoi componenti provengono da Radici Nel Cemento e Nidi D'Arac) dedito ad una musica acustica, una sorta di folk music ibrida, fortemente influenzata dalla musica jamaicana nelle sue varie incarnazioni diacroniche.

Oltre alla ben nota collaborazione con Max Romeo, e' uscito anche questo loro CD edito dalla etichetta romana Gridalo Forte, specchio delle evoluzioni comuni ed individuali dei suoi componenti. Infatti ascoltando (e ballando) l'introduttiva 'Boogie with the bartender' non si puo' non pensare a Nonno Laurel Aitken ed al suo boogie in levare, mentre si univa in grandi jammings ai Radici Nel Cemento qualche tempo fa : in questa e nelle altre tracks di questo disco, grandi tributi alla musica jamaicana, alla sua capacita' di farci toccare il cielo con un dito, o di parlarci di resistenza alla schiavitu', alla fatica ed al dolore.

Andando avanti, ritroviamo il sogno in 'Jamaica farewell' (harry Belafonte) e scopriamo armonie familiari in 'Get up, stand up', 'Israelites', 'Oh Carolina' o 'Crazy baldheads' (bellissima!!!). Ci accorgiamo nel frattempo che Tribu' Acustica ci racconta anche le proprie storie in 'Me ne vojo anna' (resa gia' famosa dalle Radici Nel Cemento), la vibrante 'Common love song' e la conclusiva 'Idea cubana'. Alla fine ringraziamo la Tribu' per averci ricordato di quanto spesso sia bello soltanto SOGNARE senza in realta' spostarsi per niente.

Note tecniche: 'Tribu' Acustica' e' stato mixato da Kaki Arkarazo in presa diretta in fase di registrazione, senza lavori aggiuntivi. La decina di musicisti coinvolti ha quindi suonato live, mentre Kaki controllava i livelli scelti: ad ogni errore, bisognava cosi' ripartire da capo, come succedeva un tempo negli studi jamaicani. A mio avviso il risultato e' ottimo. In questo CD la Tribu' Acustica mostra il suo lato piu' danzereccio e grintoso, senza pero' perderne minimamente in poesia.

Per ulteriori informazioni e contatti:
Gridalo Forte home page
Tribu' Acustica home page


Vibesonline.net - 1999

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


Tribu' Acustica in studio (Foto: Satta Records)


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net