header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Fido Guido
Title: Terra di Conquista
Label: Zuingo Comunications
distribuito in Italia da Jamekya Music


Recensito da: Pier Tosi


Fedele al suo proposito di far uscire ben presto un lavoro con anche la parte musicale completamente in proprio, Fido Guido torna ad un anno di distanza dall’eccellente ‘Patrun’ e sotte’ con le quattordici tracce di questo ‘Terra di conquista’. La cosa che colpisce di piu’ al primissimo ascolto e’ l’inarrestabile esigenza espressiva di Guido che lo porta a cantare le sue liriche tutte di un fiato, a sillabare con grande velocita’ le rime taglienti ma allo stesso tempo assai armoniose plasmate nel suo dialetto tarantino seguendo melodie che rievocano aromi antichi. E’ necessario ascoltare varie volte ‘Terra di conquista’ per aprezzarne la grande ricchezza: Guido canta le storie della sua terra, una ‘terra di conquista’ dove chi dovrebbe assicurare la legalita’ ed il benessere di tutti invece crea il vuoto rubando e saccheggiando, chi dovrebbe assicurare protezione e’ il primo di cui non fidarsi. Il suono della pizzica accompagna Guido nell’introduzione prima che il reggae esploda in ‘No ne stonne’, un’esortazione a spezzare le catene del pregiudizio aiutandosi con questo suono che porta la positivita’. La parte sonora e’ all’altezza della forza delle canzoni e ricorda a chi scrive i ritmi roots digitali prodotti da Gussie Clarke ai suoi studi Music Works all’inizio degli anni ’90. Un suono simile a quello della melodica di Augustus Pablo introduce il roots di ‘Sogna’, il sogno di nostalgia di chi e’ emigrato contrapposto alla rabbia e alla voglia di fuggire di chi continua a vivere situazioni di degrado senza speranza. In ‘Fore de cape’ e ‘Core sus’a core’ questo promettente artista allenta la tensione con due sinuose canzoni d’amore: la seconda e’ prodotta da Ciccio Man e presente anche nella sua bella raccolta ‘Love university’. Non ci sono cadute di tono in questo ‘Terra di conquista’ ma ci sono canzoni che ci piacciono di piu’, come ‘Fume scure’, ‘Da Sud a Nord’ e ‘Damme nu sueno’, dedicata all’amore della musica e ai fratelli della scena tarantina. Una menzione particolare per ‘T’agghie ditte’, una canzone contro le discriminazioni basate sulla religione e la differenza sessuale che spesso servono a legittimare l’ignoranza e la mancanza di cultura. Se i Sud Sound System nell’arco della loro opera hanno approfondito una poetica del reggae che deve essere una spinta alla riappropriazione della propria cultura ed una spinta a vivere la propria vita come ‘soggetti attivi’ questo ‘Terra di conquista’ e’ uno dei dischi che ha raccolto meglio in assoluto il loro insegnamento. Il booklet presente nel CD purtroppo riporta i testi scritti troppo in piccolo ed e’ difficile capire il ‘flow’ di Fido Guido se non si ha familiarita’ con il tarantino: crediamo di fare cosa gradita riportando qui su Vibes On Line la traduzione italiana dei testi di ‘Terra di conquista’.


Vibesonline.net - 2006

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it