header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: The Rootsman
Title: Tales from the hood
Label: Subver-Zion

 

Recensito da: Pier Tosi


Della scena del roots-dub inglese John Bolloten AKA Rootsman e’ uno degli interpreti piu’ originali grazie all’abitudine a non stabilizzarsi su un unico canone stilistico ma a perseguire un’incessante ricerca sonora che mescola il tipico beat in levare e l’attitudine del dub giamaicano a suoni arabeggianti e schemi derivati dall’hip hop o dalla dancehall riletta in modo assai peculiare. La sua avventura artistica continua e in questo ‘Tales from the hood’, pubblicato dalla piccola etichetta tedesca Subver-Zion, Rootsman riprende un po’ il discorso del suo CD precedente ‘New Testament’ in cui aveva affidato vari ritmi lenti ed ipnotici di derivazione hip hop alla voce di alcuni grandi cantanti della tradizione del reggae. Anche quest’ultimo lavoro e’ un po’ incentrato su queste atmosfere, con beats ricavati da campioni di musica araba, echi di dub reggae e percussioni africaneggianti e risulta piuttosto omogeneo al primo ascolto: per darvi un’idea dell’attitudine di questo produttore e dei suoi rapporti proficui con la scena italiana, il CD e’ aperto da ‘21st century’ di King David, sorretto da un sampling tratto dalla cantante di estrazione world-beat barese Rosa Paeda a costruire un ‘ritmo’ che Rootsman ha battezzato ‘Altamura’! Tra i grandi cantanti ‘scomodati’ dall’artista di Bradford ed ascoltabili qui in uno stile un po’ particolare abbiamo personaggi leggendari come Johnny Clarke, Horace Andy o Triston Palma, veterani come Courtney Melody e Rod Taylor o giovani artisti come Braveheart, Bobby Blue o Brady, unica donna coinvolta nel progetto. Tutti si esprimono al meglio con prestazioni vocali notevoli a fondersi alla percezione con suggestioni sonore dal sapore quasi trip-hop in cui l’idea del reggae e’ presente piu’ come attitudine o come punto di partenza per espandere il discorso. Se questa musica non e’ magari in termini assoluti originalissima noi troviamo che comunque Rootsman abbia raggiunto l’obiettivo di produrre un lavoro assai suggestivo e comunque ‘differente’ se confrontato con altre voci della tradizione in cui questo artista si muove.


 

Vibesonline.net - 2004

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - vvibes@geocities.com