header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Anthony B
Title: Street Knowledge
Label: Nocturne/Natty Dread

Recensiti da: Pier Tosi
Scroll to right column for english version


Dopo l’uscita del doppio CD ‘Live from the battlefield’ continua la collaborazione di Anthony B con la scena delle etichette reggae francesi, e la Nocturne pubblica il nuovo CD ‘Street knowledge’, il settimo a suo nome considerando appunto anche il CD dal vivo. Questo nuovo CD e’ un lavoro piuttosto solido e raccoglie molte tracce del bobo dread di Portmore gia’ conosciute ed apprezzate negli ultimi tempi sul mercato dei singoli. ‘Street knowledge’ si apre con ‘Two seven clash’ in combination con i Culture (tratta dalla raccolta/tributo a Joe Gibbs uscita su VP e ottimamente prodotta da Steelie & Clevie) e si conclude in modo analogo con ‘Pass the kutchie’ in combination con i grandi Mighty Diamonds.

Se abbiamo sempre considerato Anthony B come il nuovo artista piu’ legato al vecchio roots reggae come scelte espressive e come attitudine, l’intero nuovo lavoro ribadisce questo concetto con la quasi totale assenza di dancehall style e la ripresa di numerosi riddims classici . Oltre alla ripresa di queste due straordinarie ‘foundation tunes’ in compagnia dei loro esecutori originali ci sono molte altre tracce provenienti dalla storia del reggae: la gia’ nota ‘Police’ riprende il riddim di ‘Lots of sign’ di Tenor Saw, mentre ‘God above everything’ riprende ‘It’s raining’ dei Three Tops (o se qualcuno preferisce ‘Weatherman skank’ dall’accoppiata Carlton Patterson/King Tubby) e rispettivamente in ‘Laws for the rich’ e ‘Ghettoman do that’ il fiero Anthony B canta le sue liriche rispettivamente sulle versions di ‘Queen of the minstrels’ del giovane Cornell Campbell e ‘Money in my pocket’ di Dennis Brown.

Questi non sono gli unici riferimenti al passato e la .lista potrebbe continuare per parecchio comprendendo quasi tutti i pezzi e negando crudelmente a voi il piacere di riconoscere le versions originali. Tra i credits delle sedici tracce troviamo prestigiosi produttori come Bobby Digital, Lloyd ‘John John’ James (figlio di King Jammy), Bobby Konders o Anthony Red Rose ed anche personaggi assai importanti della odierna scena di Kingston come Burpus Bryant o Sheldon Stewart.

In alcuni casi anche Anthony B si cimenta ottimamente come producer come per esempio in ‘Dancing mood’, briosa modernizzazione del classico di Delroy Wilson. Questo ‘Street knowledge’ e’ una buona raccolta ben assemblata e prodotta e Anthony B mette in evidenza la sua classe e la sua sempre forte militanza contro la corruzione della polizia e delle istituzioni e la sua spiritualita’ Rasta, dimostrando di avere in ogni occasione qualcosa di urgente ed importante da dire.

Per chi non conosce bene questo giovane ma gia’ assai affermato artista ‘Street knowledge’ e’ una buona occasione per portarsi a casa sedici ottimi brani del suo nuovo repertorio. Chi lo conosce invece molto bene dai suoi esordi e segue da vicino le sue gesta sui singoli, oltre al disappunto di trovare parecchi brani gia’ conosciuti (e probabilmente posseduti) in questo CD probabilmente tocchera’ anche la piccola delusione di dover constatare che neppure in questa occasione Anthony B riesce a ricatturare la magia dei suoi due primi incredibili albums ‘Real revolutionary’ e ‘Universal struggle’.

Poco male comunque perche’ l’estate si avvicina e Anthony tornera’ in Italia ‘incendiario’ come sempre per la sua terza esibizione al Rototom Sunsplash: di sicuro non fara' ’impiangere gli altri due magnifici concerti e tutte le altre memorabili sue apparizioni in terra italiana.


Vibesonline.net - 2003

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net