header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: AA.VV.
Title: Ready when you ready / Ready when you ready two / Dub when you ready.
Label: Smuggs

Recensito da: Pier Tosi
Scroll to right column for english version


La Smuggs Records e' una nuova etichetta che si affaccia dall'Inghilterra nel settore delle ristampe, ma senza assolutamente mettere in pericolo la leadership di altre piu' blasonate labels come la Blood & Fire e la Pressure Sounds. Questi tre prodotti sono accomunabili dal titolo simile (apparentemente fanno parte della medesima collana) ed anche dal packaging molto simile da un CD all'altro.

Putroppo il lato piu' debole di queste ristampe e' la mancanza di contestualizzazione rispetto al materiale cioe' la assoluta mancanza di note rispetto al contenuto dei CDs e la mancanza di annotazione di anno di produzione e di produttore delle singole tracce, nonche' anche di qualche piccola ingenuita' che si scorge qua e la addirittura nell'attribuire la paternita' dei brani.

Il lato invece positivo riguarda fortunatamente la musica: la Smuggs e' riuscita a mettere la mani su una serie consistente di brani dagli anni ottanta di varie labels come per esempio la Uptempo, la Black Roots/Ghetto Youth Promotion di Sugar Minott o la Black & White di Carlton Patterson riunendo in questi CDs alcuni veri e propri classici (per esempio 'Golden hen' di Tenor Saw) e invece altri brani non molto conosciuti di grandi artisti che comunque vale la pena di ascoltare.

Il primo dei tre CDs e' addirittura doppio e presenta un totale di ventiquattro tracce di campioni come Sugar Minott, Barrington Levi, Don Carlos o Horace Andy. La media delle tracce e' abbastanza alta e tra i picchi, oltre a 'Golden hen' inserirei 'All kinda people' di Sugar Minott e la ultra-classica 'Original foreign mind' di Junior Reid. L'umore globale della raccolta e' la varieta' della musica degli anni ottanta, con alcune puntate anche nei suoni digitali della fine del decennio. Nella compilazione e' stata inserita un po' inopportunamente una roots tune dagli anni settanta e cioe' 'Righteous kingdom' degli African Brothers, riportata alla luce poco fa dalla raccolta dedicata a loro dalla Easy Star.

Con 'Ready when you ready two' (questa volta un CD singolo) continua la scorpacciata di grande musica dagli anni ottanta con ancora grandi tracks di foundations come Gregory Isaacs, Frankie Paul, Alton Ellis, Johhny Clarke e gli artisti gia' citati per il primo volume, con l'aggiunta di alcuni brani di personaggi meno noti come Danny Vergo (la sua 'Champion sound' e' sul Golden Hen riddim), Junior Gadaffi, Puddy Roots e Bob Skeng.

Il piu' debole dei tre CDs e' invece 'Ready when you dub' in cui materiali di diversa natura e dubbia provenienza sono messi insieme nel CD con eccessiva disinvoltura e con qualche ingenuita' ('Happiness dub' attribuita a Bim Sherman e' la seconda parte di un suo famoso 12" prodotto da Shaka con una deejay version letteralmente tagliata ed inserita nel CD).

Nel contesto troviamo comunque vari brani tra cui spiccano i dubs digitali dalle intros vocali da brivido di King Tubbys fine anni ottanta. Nel complesso comunque (ed alla luce delle poche informazioni sull'aspetto 'legale' delle ristampe) questa della Smuggs e' una buona proposta di materiale anni ottanta a cui speriamo si aggiunga con il tempo e le prossime ristampe una maggiore puntualita' ed accuratezza.


Vibesonline.net - 2002

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni


 

Smuggs records is a new label spreading from teh U.K. in the reprint field, but without representing a danger for the other more titled labels as Blood & Fire and Pressure Sounds. These three products have a similar title (apparently they belong to the same collection) and have also a similar packaging. Unfortunately the weak aspect of these reprinst is the lack of contextualization between the whole product and the presented materials, that is an absolute lack of any note about the tracks, like producer and/or year of publication; moreover, there are also some mistakes done when assigning the "paternity" to certain tracks.

The positive aspect is effectively the music: Smuggs has been able to put the hands on a consistent series of tunes from the Eighties by some labels like Uptempo, Sugar Minott's Black Roots/Ghetto youth Promotion, or Carlton Patterson's Black & White, putting together in these CDs some true classics (i.e. "Golden hen" by Tenor Saw) with other tunes not so known by famous artists that is worth to listen to.

The first of the three, "Ready when you ready", is a double CD and brings twentyfour tracks by champions like Sugar Minott, Barrington Levi, Don Carlos or Horace Andy. The average quality of the tracks is quite high, and I would assign the crown to "Golden Hen", "All kinda people" by Sugar Minott and the ultra-classic "Original foreign mind" by Junior Reid.

The global character of of the collection is the variety of the music from the Eighties, even if there are some expressions of the digital sounfds of the end of the decade. The compilation strangely includes a tune from the Seventies, "Righteous kingdom" by African Brothers, a recently re-discovered track in the collection Easy Star dedicated to them.

With "Ready when you ready two" (now a single CD) the blow-out of Eighties music continues with great foundation tracks by people like Gregory Isaacs, Frankie Paul, Alton Ellis, Johhny Clarke, and the artists already nominated for the first volume, with the addition of tunes by some less known performers like Danny Vergo (his "Champion sound" is on Golden Hen riddim), Junior Gadaffi, Puddy Roots and Bob Skeng.

The weakest of the three CDs is indeed "Dub when you ready", where different materials, from some obscure origin, have been put together with a perhaps excessive nonchalance, other than coming out with some ingenuousnesses ("Happiness dub", reported as by Bim Sherman, is the second half of a longer 12" produced by Shaka which, in its original release, includes a deejay version which has been literlly cut off before compiling the CD.

There are however some interesting tunes among which we see the end-of-the-Eighties digital dubs, with King Tubby's terrific vocal intros. Regardless of legal informations about the reprinting, regarding which we hope to see, for future reprints, a better accuracy, this Smuggs work offers a good view of Eighties stuff.


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net