header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: RasItes
Title: Sex, Violence & Drugs
Label: Ariwa

Recensito da: Pier Tosi


Ai tempi del loro debutto su CD nel 2001 i londinesi Ras Ites sembravano destinati ad una radiosa carriera e nessuno immaginava di dover aspettare ben sette anni per vedere un seguito al loro Urban Regeneration. Questo quartetto di giovani Rasta è legato al roots classico e ricorda lo stile e la militanza di gloriosi acts britannici come Steel Pulse ed Aswad: dapprima la loro scelta radicale era un ostacolo in un ambiente sempre più orientato al bashment poi come se questo non fosse bastato ci si è messa la grave crisi a falcidiare etichette come Greensleeves e Jet Star ed a rendere ancora più difficile il loro viaggio musicale. Da anni sentivamo parlare di Ras Ites in Giamaica al lavoro in studio con mostri sacri come Dean Fraser e Bobby Digital ma mancavano i segni concreti di una uscita prossima. Alla fine un vecchio leone dell’autodistribuzione come Mad Professor ha preso in mano il progetto e questo Sex, Violence & Drugs è insperatamente diventato realtà. I frutti dei trascorsi giamaicani si sentono in solidi brani roots come Ras Ites Come in apertura, Trouble o la sublime One World il cui tocco soul-reggae ricorda molto gli Aswad. La title track vede il gruppo in un riuscitissimo sforzo di autoproduzione rievocare il riddim che a suo tempo Sly & Robbie costruirono per Fort Augustus di Junior Delgado (usciranno su singolo altri cuts di questo ritmo di altri artisti tra cui Bushman e Freddie Mcgregor) mentre anche Fittest Of The Fittest è un’epica cavalcata roots prodotta in Giamaica da Bobby Digital. Mad Professor mette il suo zampino in termini sonici in Because Of I Roots ed affida al figlio Joe Ariwa il dub cut di Sex, Violence & Drugs e tutta la dolcezza del tocco di Dean Fraser permea Life Goes On. Il lavoro dei diversi produttori si lega molto bene alla coralità dello stile roots dei Ras Ites creando comunque un clima generale molto omogeneo. Valeva la pena di aspettare tutto questo tempo anche se comunque della cover reggae di Africa dei riesumati Toto avremmo fatto volentieri anche a meno…


Vibesonline.net - 2008

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it