header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Toots & Maytals
Title: Roots Reggae
Label: Trojan Records (distribuito in italia da Goodfellas)

Recensito da: Pier Tosi


Dopo più di quarant’anni di successi Toots & Maytals ci danno ancora inequivocabili segni di vitalità come la vittoria dell’ultimo Grammy Award del reggae ed il recente tour mondiale come ‘opening act’ dei Rolling Stones. Trojan paga quindi oggi tributo a questo fondamentale nome storico del reggae assemblando un ambiziosissimo box sestuplo rispettando il formato e le tracklists di sei albums giamaicani usciti tra il 1965 ed il 1974. Sarebbe errato dire che qui troviamo tutto il passato storico di Toots & Maytals perché sono totalmente assenti i fondamentali lavori del gruppo alla corte di Studio One e cioè fondamentalmente il loro scopritore, e quelli prodotti da Prince Buster, un grande personaggio che seppe mettere in evidenza molto bene le notevoli doti di questo gruppo. Per chi non conosce per niente il gruppo di Toots Hibbert, la loro unicità consiste nell’unione del fervore del rhythm & blues e della carica mistica del gospel con i ritmi giamaicani più energici e la capacità di produrre un incredibile serie di hits lungo un considerevole intervallo di tempo: la forza dello stile vocale del leader fa addirittura pensare ad una versione caraibica di Wilson Pickett o Otis Redding. Il primo CD ‘The sensational Maytals’ li vede alle prese con lo ska anche se si avverte già il rallentamento che porterà al rocksteady: sono presenti anche alcune ballate a sottolineare con maggiore evidenza i legami con il soul. Ai tempi dello ska i Maytals erano già delle superstars in Giamaica ma il gruppo subi’ uno stop con l’arresto e la condanna di Toots Hibbert per detenzione di marijuana. Dal 1968 il gruppo però recupera il tempo perduto: tutti i grandi classici come ‘54-46 was my number’ composta in carcere, ‘Monkey man’ o ‘Pressure drop’ sono presenti nei tre albums successivi presenti in ‘Roots reggae’ e prodotti da Leslie Kong e cioe’ ‘Sweet & dandy’, ‘Monkey man’ e ‘The Maytals greatest hits’. Come dicevamo è rispettato il formato originario con ogni album in un CD ed a volte gli stessi pezzi si ripetono in versioni leggermente differenti. Alla prematura scomparsa di Leslie Kong i Maytals si accasano a Dynamic Sound ed è Warrick Lyn che produce per questo marchio ‘Slatyam Toot’ e ‘Roots reggae’, i due CDs che completano questo set. Con questi due albums arriviamo alla maturità che prelude il grande successo internazionale per la Island di Chris Blackwell che recupererà questo materiale nelle sue prime releases prima di produrre direttamente il loro primo lavoro ‘internazionale’ ‘Reggae got soul’. Con sessantasei brani trasferiti al digitale in generale con buona qualità, le grafiche e le foto originali di tutti e sei gli albums e le interessanti note di Harry Hawke, ‘Roots reggae’ è sicuramente il più cospicuo corpus dell’opera di Toots & Maytals in circolazione.


Vibesonline.net - 2006

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it