header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Augustus Pablo
Title: The Mystic World Of Augustus Pablo: The Rockers Story
Label: Shanachie

Recensito da: Pier Tosi


Augustus Pablo è sicuramente un personaggio leggendario: per più di vent’anni ha lavorato in Giamaica ad una particolarissima visione musicale nobilitando il suono di un banale strumento come la melodica e costruendo mattone dopo mattone un eccezionale corpus che brilla ancora oggi per la grande coerenza ed è studiato ed apprezzato da appassionati e collezionisti di tutto il mondo. A nove anni dalla sua scomparsa la Shanachie gli rende omaggio con questo box quadruplo che ripercorre tutta la sua carriera di musicista e produttore ed a cui è incluso un DVD con immagini rare. La sua statura musicale è in netto contrasto con l’umiltà e la timidezza che lo ha sempre contraddistinto e l’ardua ricerca delle immagini da legare alla sua musica ha prodotto solamente venti minuti ma di vigore notevole: in due clips Pablo suona la melodica dal vivo nelle sue note versioni di classici Studio One come Frozen soul e Real Rock mentre la parte più emozionante lo vede accennare alcuni accordi di chitarra per la voce di un giovanissimo Hugh Mundell e rispondere ad alcune domande di un intervistatore immerso nel verde di un bosco in relax con i membri della sua crew. I quattro CD sono organizzati tematicamente e cercano di raccontare l’arte di Augustus Pablo a chi non necessariamente conosce già i suoi classici ma di accontentare anche i più esperti ed esigenti. Nei primi due dischi intitolati Classic Rockers e Roots Rockers troviamo i fondamentali del ‘far east sound’ di Pablo con i classici abbinamenti tra melodica cuts, brani cantati sulla stessa version e micidiali dubs ad opera di King Tubbys: in Classic Rockers una versione autoprodotta dello strumentale East of River Nile sprofonda l’ascoltatore nel misticismo del suono di Pablo seguita da un trittico composto da False Rasta di Jacob Miller, 555 Crown St. per la melodica e 555 dub per gli echi e riverberi di Tubbys. Prima che il CD finisca abbiamo super-classici come Love won’t come easy dalla voce di Leroy Sibbles, l’immenso Killer Miller di Baby I love you so accoppiato al famosissimo King Tubby meets Rockers Uptown e Africa must be free del compianto Hugh Mundell. Roots Rockers presenta alcune prove memorabili di Pablo prodotto da altri come Vibrate on con Lee Perry al banco di regia o Pablo dread inna red con il melodicista al lavoro per Yabby You, tanti altri ‘melodica cuts’ come Silent satta o Israel in harmony e autentiche bombe cantate come Earth, wind & fire di Paul Blackman e Let’s get started dei Tetrack. Già con questi due primi piatti avremmo un grande doppio CD ma procediamo con New Style Rockers in cui si narra come Pablo sia sopravvissuto con stile alla sua fama ed all’avvento del suono digitale nel reggae. Norris Reid è un cantante conosciuto perloppiù per la sua associazione con Pablo e qui fa fuoco e fiamme in Entrance to Jah world insieme ad altre big tunes come Raggamuffin year di Junior Delgado, Rude boy di Junior Delgado e bellissimi affreschi strumentali come Creation blues o Drum to the King. Le gemme più rare di Rockers Story sono comunque contenute nel quarto CD significativamente intitolato Rare Rockers: Iggy Iggy prodotta da Herman Chin-Loy è la prima traccia mai registrata da Pablo adolescente, il compilatore Randall Grass azzarda per ‘Can’t keep a good man down’ degli Immortals il giudizio di miglior traccia vocale prodotta da Pablo in tutta la sua carriera, Sister Frica incanta con la sua One in the spirit, i misconosciuti Asher & Trimble sono catturati nel loro unico brano mai registrato, Pablo vola alto su valli e colline con la sua melodica in Twin seal ed in questa orgia di roots reggae affiora anche una traccia completamente inedita di Earl Sixteen. Molto di questo materiale era comunque già noto e reperibile ma averlo accorpato in questo quadruplo CD è un grande atto d’amore nei confronti di un grande musicista per un oggetto assolutamente da avere.


Vibesonline.net - 2008

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it