header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Tanya Stephens
Title: Rebelution
Label: VP

Distribuito in Italia da Jahmekya e One Love Music Corner

Recensito da: Pier Tosi


Tanya Stephens è probabilmente la cantante più importante della scena reggae attuale e lo è perché scrive grandi canzoni su temi importanti e non ha paura ad affrontare argomenti controversi ed a sfidare i troppi stereotipi legati alla società in cui vive ed all’ambiente all’interno di cui lavora. Nonostante il lancio costituito da ‘It’s a pity’ il suo CD precedente ‘Gangsta blues’ la vedeva come una sorta di cantautrice reggae più a suo agio nel cantare ballate accorate che a celebrare la conturbante immagine della ‘dancehall diva’. Questa tendenza è ancora più accentuata in questo nuovo CD che già dal titolo aspira a dare un contributo a spazzare via cinismo ed ipocrisia verso un cambiamento interiore che contribuisce poi a cambiare in meglio i rapporti interpersonali a tutti i livelli. Già in apertura Tanya dichiara apertamente la forza del suo intento con ‘Welcome to the rebelution’ e ‘Who is Tanya’. Chi si aspetta tracce travolgenti dal punto di vista musicale rimarrà deluso: la forma musicale predominante di ‘Rebelution’ è la ballata, il più delle volte sviluppata su un delicato ritmo ‘one drop’ retto dal ‘frap’ della chitarra oppure cullata da tranquilli ritmi dancehall o sinuosi ‘grooves’ souleggianti. I brani dai ritmi reggae più accentuati sono ‘To the rescue’, uscita su singolo sull’Half Way Tree riddim e ‘To the limits’. Il brano che sta portando più fortuna a questo ‘Rebelution’ è senza dubbio ‘These streets’, una magnifica ballata di una donna trascurata dal suo uomo che parla in prima persona evocando immagini assai poetiche. ‘Come a long way’ (in origine si chiamava ‘Rosa’ in onore di Rosa Parks) si rivolge direttamente a Malcolm X e Martin Luther King per evidenziare di come i loro sogni e le loro speranze siano ancora oggi disattesi. Nei venti brani di ‘Rebelution’ Tanya ha veramente tanto da dire sui rapporti tra uomo e donna, sull’educazione, la politica, il bisogno di nascondere l’ignoranza dietro ad atteggiamenti violenti da ‘macho’ di molti uomini ed addirittura sull’omofobia che attanaglia la società giamaicana. ‘Sunday morning’ è una sorta di sermone parlato che se la prende con gli atteggiamenti ipocriti delle religioni. Per chi vi scrive il brano più toccante del CD e’ ‘Do you still care’, la ballata in cui la vibrante voce di Tanya ed una lirica bellissima sull’accettazione di chi è diverso da te basata sull’amore riesce veramente a toccare il cuore! Questo disco è a suo modo un capolavoro e merita attenzione: il nostro consiglio è quello di riporre preconcetti ed aspettative ad ascoltarlo e soprattutto dedicare un po’ di tempo alla lettura dei testi assolutamente fondamentali.


Vibesonline.net - 2006

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it