header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Natty King
Title: No Guns To Town
Label: Insight/Jet Star

Distribuito in Italia da GoodFellas

Recensito da: Pier Tosi


In questi ultimi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio ‘boom’ di giovanissimi talenti giamaicani a rivalutare la tradizione del reggae tradizionale piuttosto che cercare la fortuna cavalcando ritmi dancehall piu’ influenzati dalla urban music statunitense. Natty King viene dal distretto di St.Thomas e dopo aver assimilato la lezione di maestri come Bob Marley, Burning Spear ma soprattutto Luciano, ha iniziato a comporre le sue canzoni e cercare la fortuna sul mercato dei singoli ed i frutti sono arrivati nel 2004 con due canzoni come ‘No guns to town’ e ‘Mister Greedy’, entrambe al primo posto delle classifiche giamaicane a breve distanza l’una dall’altra. Tra gli ultimi talenti Natty King e’ il primo a esordire sul formato di lunga durata: il CD si sarebbe dovuto intitolare ‘The man from the east’ a sottolineare l’orgoglio di provenienza da un ‘parish’ nella parte est dell’isola, ma si e’ preferito puntare sul titolo della piu’ famosa canzone di Natty, quella che fino ad ora ha costituito il suo miglior biglietto da visita. Lo stile di questo giovane cantante riecheggia il modo di cantare di Luciano e Bushman, anche se un ascolto attento mette in luce alcune scelte melodiche decisamente piu’ peculiari e personali ed il suo approccio allo stile roots preferisce canzoni che possano ‘flirtare’ anche con la dancehall secondo l’insegnamento di Luciano, Dennis Brown o Garnett Silk rispetto ai suoni in minore ed alle canzoni di preghiera tipiche di un certo roots storico degli anni settanta. Chi ha familiarita’ con le liriche in patois si rendera’ subito conto della grande serieta’ e sincerita’ delle parole di Natty King e di come abbia fatto breccia nel cuore della sua gente con argomenti ‘conscious’. ‘No guns to town’ apre il CD ed e’ la tipica canzone reggae che pur non impressionando al primissimo ascolto fa effetto alla distanza ed una volta che ti ha catturato non puoi smettere piu’ di sentirla. L’altro mega-hit ‘Mister Greedy’ ha il compito di chiudere l’album (anche se in coda c’e’ la bonus track ‘Cut down the price’) ed e’ presente anche l’altro ottimo singolo ‘When the money done’. La produzione e’ completamente a cura dell’accoppiata Trinity/Jimmy Ricks e se da un lato si evita la disomogeneità di certi albums con sforzi produttivi troppo diversi tra loro ma collezionati insieme, in questo caso forse la troppa uniformità da a tratti una impressione di monotonia. A parte cio’ siamo alle prese con un lavoro di produzione solido ed essenziale e che per fortuna non abusa dei soliti ‘riddims’ reggae che spesso i producers ripropongono senza aggiungere originalita’ Oltre ai tre brani citati le migliori canzoni sono ‘St. Thomas’, ‘Enviromentalist’, ‘Easy officer’, ‘Thunder a roll’ in combination con Sizzla e ‘Please stay’. Insomma se per questo ‘No guns to town’ non scomodiamo il termine ‘capolavoro’ dobbiamo comunque sottolineare di come si tratti comunque di un lavoro di debutto assolutamente beneaugurante.


 

Vibesonline.net - 2005

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - vvibes@geocities.com