header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Various Artists
Title: Love University
Label: Ciccio Man

Recensito da: Pier Tosi


L’amore ha sempre giocato un ruolo fondamentale nell’ispirazione dei musicisti reggae: in Inghilterra e’ addirittura nato un importante sottogenere chiamato ‘Lovers style’ in cui l’esigenza di esprimere i sentimenti amorosi stava alla base di una musica dolce e sinuosa, spesso cantata da vocalist adolescenti. Un veterano del reggae italiano come il tarantino Ciccio Man e’ da sempre innamorato del ‘lovers style’ e rivestendo il ruolo di catalizzatore di energie e di produttore ha pensato di cercare una ‘via italiana al reggae d’amore’ attraverso questo CD significativamente intitolato ‘Love university’. Il risultato e’ una raccolta di dieci tracce che gia’ nei presupposti si preannuncia piuttosto originale nel panorama del reggae italiano: in apertura la jazz singer Patrizia Conte sfodera una prestazione vocale maiuscola rifacendo ‘Vorrei che fosse amore’ di Mina su una base molto eterea e sognante. Dopo Patrizia ritroviamo l’ex Sud Sound System Papa Gianni che ci fa ricordare i bei tempi di ‘Turcinieddhri’ con la sua ‘Amami ancora’. La traccia e’ piuttosto convincente, anche se ripensando a ‘Vita mia’, presente in ‘Lontano’ dei Sud Sound System ci saremmo aspettati qualcosa di piu’. La terza traccia intitola l’album ed e’ un bellissimo strumentale guidato dal sassofono di Antonio Galasso: il notevole flusso sonoro di ‘Love university’ confluisce in modo assai efficace nella parte dub lavorata con buon gusto ed intitolata ‘Dub university’. A meta’ di ‘Love university’ arriva il cantante Rob The Shinyman con la sua discreta ‘Mademoiselle e di seguito si torna nello stile strumentale con Zio Cataldo e la sua magica tromba in ‘Lots of love’ ad introdurre ‘Core sus a core’, la traccia di Fido Guido che, con il suo notevole dub, e’ a mio avviso e’ il miglior brano cantato della raccolta. A concludere ‘Love university’ ritorna Rob The Shinyman con ‘Quei silenzi’ che confluisce ancora una volta in uno splendido dub a cura di Antonio Dati e Ciccio Man. Dopo l’ascolto possiamo dire che l’esperimento e’ abbastanza riuscito: i brani cantati non saranno riuscitissimi ma una piacevole impressione arriva anche dai due strumentali (una sorta di novita’ per il panorama italiano) e dall’ottimo lavoro nelle dub versions efficacemente unite ai brani in fase di editing come si faceva una volta nel formato 12 pollici. Complimenti quindi a Ciccio Man ed a tutti gli artisti coinvolti in ‘Love university’. Speriamo che questo lavoro sia un inizio promettente e di ritrovarvi presto al lavoro su nuovo materiale.


Vibesonline.net - 2005

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it