header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Artisti Vari
Title:Out On A Funky Trip
Label: Motion

Distribuito in Italia da Goodfellas

Recensito da: Pier Tosi


Negli ultimi anni quasi tutte le etichette specializzate in ristampe di vecchio reggae si sono occupate prima o poi degli interessanti legami tra la musica giamaicana ed il funky ed il soul. Anche la Motion quindi se ne occupa in modo abbastanza particolare andando a rispolverare alcune cose piuttosto sconosciute dalla Impact label dei fratelli Chin. ‘Out of a funky trip’ con le sue quindici tracce copre il periodo dal 1970 al 1975 in cui la eccezionale black music prodotta negli Stati Uniti costituiva un’influenza fondamentale per la scena musicale giamaicana. Il sottotitolo recita ‘Funk, soul & reggae from Randys’ e sono proprio le tracce meno mescolate con il reggae ma piu’ autenticamente funk a colpire di piu’ : Lynn Taitt per esempio apre il CD con il funk psichedelico di ‘Steppin up’ e colpisce durissimo ancora qualche traccia piu’ avanti con ‘Out on a funky trip’ che si guadagna piu’ che degnamente l’onore di intitolare il CD. Su questo versante e’ esemplare anche la torridissima versione fornita dal misconosciuto Jablonski di ‘Soul makossa’ di Manu Dibango mentre la favolosa ‘version’ di ‘Who knows better’ dei Maytals, con un notevole arrangiamento in bilico tra early reggae e Memphis sound, ci fa dispiacere del fatto che non sia stata inclusa anche la versione cantata dal grande gruppo di Toots Hibbert. Le produzioni Impact sono state la palestra di alcune grandi bands giamaicane come la Generation Gap dei fratelli Chung (che qui rifanno alla grande inna reggae style ‘War’ di Edwin Starr) o Skin, Flesh & Bones del giovane Sly Dunbar. Proprio quest’ultima band e’ rappresentata in questo lavoro da ben quattro pezzi che testimoniano la grande passione per il funk di quello che diventera’ uno dei piu’ grandi batteristi reggae della storia. Oltre al chitarrista Lyn Taitt, troviamo in ‘Out of a funky trip’ altri grandi virtuosi del reggae come Tommy McCook che da spazio al suo flauto in ‘Bubble strut’ o la chitarra , di casa a Studio One, di Eric ‘Rickenbacker’ Frater che non impressiona piu’ di tanto in ‘Last date part 1’. Per tirare le somme ‘Out of a funky trip’ e’ un’eccellente raccolta che ha i suoi punti di forza nei brani di matrice piu’ autenticamente funk mentre il materiale in essa contenuto piu’ in bilico tra musica statunitense e reggae non raggiunge l’eccellenza di simile materiale contenuto in altre raccolte con la stessa impostazione. C’e’ da dire comunque che i due numeri funk di Lyn Taitt sopracitati e le belle foto d’epoca e le note di copertina a cura di David Katz valgono comunque quasi da sole a giustificarne l’acquisto


Vibesonline.net - 2005

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - vvibes@geocities.com