header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Buju Banton
Title: Friends for life
Label: Anti/VP

Recensiti da: Pier Tosi
Scroll to right column for english version


Buju Banton continua ad essere uno degli artisti reggae piu' conosciuti dei nostri tempi: dopo i suoi inizi da super-campione della dancehall jamaicana piu' incendiaria ha saputo costruirsi anche una notevole credibilita' roots con bellissimi CDs come 'Til Shiloh' e 'Inner heights'. Il suo ultimo CD del 2000, 'Unchained spirit' segnava un ritorno ad una etichetta con possibilita' di distribuzione internazionale e rappresentava un tentativo di apertura ad un pubblico piu' ampio numericamente e quindi diverso dai frequentatori della scena reggae internazionale.

Il suo prossimo CD, 'Friends of life' e' in uscita il prossimo 3 marzo sulla stessa label di 'Unchained spirit', la Anti (i diritti per la diffusione negli USA sono invece stati ceduti alla VP) e sembra continuare la linea mostrata da 'Unchained spirit'. 'Friends for life' presenta diciotto tracce molto diverse tra loro ed un vero e proprio campionario di stili e contributi esterni diversi: sicuramente i fans del Buju piu' roots e del reggae classico in genere, rimarranno abbastanza delusi perche' le tracce per loro sono soltanto la bellissima e potente 'Up yea mighty race' (preceduta dalla voce di Marcus Garvey), una cover di 'Mama Africa' di Peter Tosh che non rivela granche' di nuovo e 'Mr. Nine', gia' edita su singolo su Calibud col differente titolo di 'Nah live too right', a mio avviso uno dei migliori singoli di Buju degli ultimi tempi.

Con le radici della musica jamaicana ha fortemente a che fare anche 'Feeling groovy', una festa ska con Buju irresistibile sul ritmo del classico 'Eastern standard time' di Don Drummond. Per il resto (che poi in realta' e' la vera sostanza del CD) in 'Friends for life' troviamo una buona dose di ballate suadenti come 'One to one', la bellissima 'All will be fine', 'Pensive mood' e 'Maybe we are' queste ultime due sospinte da leggeri reggae riddims.

Rispetto al precedente 'Unchained spirit' Buju ritorna maggiormente sulla dancehall che lo ha reso famoso: gia' lo si intuisce con il brano di apertura, 'Paid not played' mentre gli episodi migliori in questo senso sono 'Hook on the love' and 'Spectacular', due brani che sembrano provenire dal suo catalogo Penthouse dell'inizio degli anni novanta.

Eccellenti anche le due combinations con Wayne Wonder ('Get it on') e Nadine Sutherland ('What we gonna do') in cui il sapore dancehall e' aggiornato ai canoni piu' recenti: i suoni r&b ed hip hop non mancano e sono rappresentati in questo CD dalla title track, dall'hip hop di 'Damn' in combination con Cool & Dre, dall'eccellente funky-disco di 'La da de da' e da 'Good time', pezzone R&B in compagnia di Beres hammond e Fat Joe (in questo caso direi che l'apparizione del grandissimo crooner jamaicano poteva essere sfruttata un po' meglio...).

Non e' chiaro se 'Tra la la', il suo cut del trionfale Diwali riddim sara' presente o meno sul CD: nei 'test press' distribuiti alla stampa non c'e' ma se ne parla nella nota- stampa diffusa dalla Anti a descrivere il CD...

In conclusione Buju torna con un disco caleidoscopico mettendo molta carne sul fuoco e proponendo vari episodi molto interessanti, ma questo 'Friends for life' con qualche scelta piu' azzeccata avrebbe potuto essere piu' sostanzioso e cosi' com'e' invece potrebbe scontentare sia la sua audience roots che i fanatici del bashment/ragga: ai posteri quindi l'ardua sentenza.


Vibesonline.net - 2003

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net