header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Giuliano Palma And The Bluebeaters
Title: The Album

Recensito da: Pier Tosi


Di Giuliano Palma e dei suoi Bluebeaters ci occupammo in un numero cartaceo di Vibes di qualche anno fa, e gia' a quei tempi la reputazione della band cresceva a suon di splendidi concerti eseguiti un po' in sordina in tutta Italia, fino a che non sono divenuti un vero e proprio fenomeno. Per i pochi rimasti che ignorano di cosa stiamo parlando, i Bluebeaters sono il 'secondo impiego' di una serie di musicisti italiani amanti del vecchio sound jamaicano, le cui bands principali sono Casino Royale (di cui Giuliano e' il cantante), Africa Unite e Fratelli Di Soledad.
Iniziarono anni fa a suonare in giro, quasi per divertimento (infatti sono una classica 'cover band') ed ora che la loro fama supera quasi quella dei loro gruppi originari, e' venuto il momento del primo CD autoprodotto e distribuito esclusivamente attraverso internet ed ai loro concerti, probabilmente per mantenere comunque la caratteristica di una band 'amatoriale' che fa comunque le cose molto sul serio.

'The album' e' dunque un CD di covers, una specie di tributo aad una 'eta' dell'innocenza' della musica jamaicana, in cui bastavano due soldi e la certezza di avere il proprio nome sulla copertina del disco, per convincere il piu' potente esercito di giovani talenti mai visto a dispensare letteralmente tonnellate di straordinarie vibrazioni, dapprima alla piccola isola dove risiedevano e poi in tutto il mondo. La maggior parte delle canzoni che lo compongono sono classici straordinari targati Studio One come 'Stop making love' dei Gaylads, 'Desperate lover' di Bob Andy, 'There's a reward' di Joe Higgs, 'I don't want to see you crying' di John Holt e via di questo passo, ma a questo notevole materiale si unisce la grande vena interpretativa dei Bluebeaters che fa rimpiangere poco o nulla la perfezione degli originali e diverte assai pur mantenendosi molto aderente, se non proprio nella forma, almeno nelle atmosfere del vecchio ska e rocksteady.

In un impeto molto 'jamaicano' i Buebeaters amano trasformare anche brani che nulla hanno a che vedere con questa tradizione musicale (molti si ricorderanno dai concerti la loro cover di 'Messico e nuvole' di Jannacci, purtroppo non inserita in questo lavoro), e in questo caso il trattamento tocca a 'See you tonite' dei Kiss, a 'Wonderful life' di Black (in origine un tormentone disco-pop anni ottanta) e allo smash-hit planetario di 'Believe' di Cher, la cui notevole versione dei Bluebeaters rende giustizia alla bella canzone poi abbrutita dall'arrangiamento techno-pop nell'originale.

Altri bei momenti sono una 'Coming in from the cold' ritmata ska ed affidata alla voce di Bunna e una megaversione di 'A shot in the dark' di Henry Mancini in puro stile Skatalites (anche perche' e' la loro versione quella di riferimento) con la straordinaria sezione fiati in evidenza. 'The album' insomma ricrea fedelmente lo ska party offerto dal vivo dai Bluebeaters al loro pubblico, anche grazie a un editing che lascia solo poche frazioni di secondo tra un pezzo e l'altro creando un continuum sonoro ideale per una festa danzante in cui tutti vogliono ballare e nessuno ha voglia di fare il DJ.


Vibesonline.net - 1999

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni - Back to reviews index


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net