header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Various Artists
Titles: Sufferation: deep roots from Niney The Observer - Jack Ruby Hi-Fi
Label: Auralux

Recensito da: Pier Tosi


Dopo che negli anni novanta l’attività di valorizzazione del patrimonio storico del reggae da parte di etichette come Blood & Fire e Pressure Sounds ha ottenuto buoni successi di vendita attirando migliaia di appassionati, è cresciuto il numero delle piccole etichette dedite alla ristampa di materiale ‘perduto e ritrovato’ ed una delle entità a lavorare meglio in questi ultimi tempi in questo senso è la londinese Auralux. La grande passione e competenza di David Katz, autore di importanti testi come ‘People Funny Boy: the genius of Lee Scratch Perry’ e ‘Solid foundation: an oral history of reggae’ garantisce la alta qualità artistica delle ristampe, molto curate anche sotto il profilo sonoro attraverso una accurata pulizia. In questi giorni la Auralux ha fatto uscire queste due raccolte molto interessanti. ‘Jack Ruby Hi Fi’ è la ristampa di un disco piuttosto raro uscito nel 1980 sulla etichetta newyorkese Clappers. Jack Ruby è il nome d’arte di uno dei più importanti proprietari di sound system giamaicani degli anni settanta. Dopo aver trasportato il suo set dai ghetti di Kingston a Ocho Rios, nel nord della Giamaica ed avere acquisito una fama notevole come sound-man, Ruby ha fatto il suo ingresso nel mondo della produzione musicale cambiando letteralmente la storia del reggae con i due albums di Burning Spear ‘Marcus Garvey’ e ‘Man in the hills’ e lavorando ad una scuderia di artisti che includeva anche Justin Hinds & The Dominoes e gli Hpetones. In ‘Jack Ruby Hi Fi’ possiamo sentire alcune sue meno note produzioni della fine degli anni settanta . L’album è composto da quattro brani in versione ‘discomix’, con la parte cantata iniziale dilatata in coda da parecchi minuti di pura delizia dub. Ken Boothe apre il CD con ‘Peace time’ ed è l’artista più noto: gli altri tre brani ci arrivano da Earth Last Messengers, Lennox Miller (il suo brano è la sua versione di un capolavoro di Delroy Wilson) e The Revealers. L’ispirazione non è forse ai livelli dei capolavori di Jack Ruby con Burning Spear o Justin Hinds, ma la media qualitativa dei quattro lunghissimi brani è piuttosto alta e questo CD piacerà di sicuro ai cultori del vecchio roots reggae. Questi stessi cultori non possono farsi sfuggire ‘Sufferation: the deep roots reggae of Niney the Observer’. Il titolo parla chiaro: un genio del reggae come Niney siede in cabina di regia producendo un suono roots profondissimo e capolavori da personaggi come Dennis Brown, Horace Andy e Gregory Isaacs. Ci sono parecchie raccolte sul mercato dedicate alle creazioni di questo visionario produttore amico di Lee Perry e quindi svariati brani di questo CD sono già noti. ‘Sufferation’ contiene però alcune chicche mai viste prima come ‘Burn me out’ e ‘Oh Jah man’ dei misconosciuti Rockstones e ‘Sufferation’ di Tyrone Tayor. La consistenza del contenuto di questa raccolta è assicurata anche dalla presenza di altri pezzoni come ‘Rock on’ di Gregory Isaacs, seguita da un vorticoso dub e dalla gioia mistica della voce dei Jewels in ‘Jah I’. Chi non riesce ad appassionarsi al reggae odierno almeno può rinverdire i gloriosi fasti del passato attraverso l’ottimo lavoro di etichette come queste.


Vibesonline.net - 2005

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it