header sunnyvibes link
indice di articoli vari indice delle interviste indice delle recensioni di album indice delle recensioni di singoli  


Artist: Various Artists
Title: Alpha Boys' School 1910-2006 Music in Education
Label: Trojan Records (distribuito in italia da Goodfellas)

Recensito da: Pier Tosi


Quale oscuro legame può unire un istituto per l’infanzia gestito da suore ed il suono pieno di misticismo Rasta del roots reggae degli anni ’70? Le storie più strane divengono plausibili quando parliamo della Giamaica e della sua musica, cosi’ la Alpha Boys’ School ha giocato un ruolo determinante nel formare il nucleo di musicisti che con l’ideazione del ritmo pulsante dello ska nella prima meta’ degli anni sessanta diede l’avvio alla storia del reggae. Stiamo parlando di personaggi come Don Drummond, Tommy McCook, Rico Rodriguez, Lester Sterling, Johnny ‘Dizzy’ Moore e svariati altri, soprattutto fiatisti, riconducibili all’esperienza degli Skatalites, la prima e leggendaria orchestra ska giamaicana.. In realtà l’istituto ha formato anche personaggi divenuti famosi molti anni dopo l’era dello ska come i cantanti Johnny Osbourne e Tony Gregory o il batterista Leroy ‘Horsemouth’ Wallace, protagonista del notevole reggae-movie ‘Rockers’. La storica Trojan dedica all’Alpha Boys School una bellissima raccolta di venticinque brani di vari artisti che prende ovviamente il nome dello storico istituto fondato nel 1880 in South Camp Road, nel distretto di Kingston 4. Dieci anni dopo la fondazione un manipolo di Sorelle Della Carità parte da Londra per prendere in carico l’istituto che nel corso del secolo seguente si specializza nell’educazione musicale. Sono ammessi all’Alpha Boys School bambini turbolenti del ghetto o bocche che le proprie famiglie non riescono a sfamare: le suore impartiscono rigidamente ai loro allievi l’istruzione di base, mentre l’istruzione musicale è curata da docenti legati alla scena delle orchestre jazz di Kingston, molto spesso band-leaders e quasi sempre ex-allievi delle ‘sorelle’. Questi contatti con affermati musicisti fanno si che i migliori elementi della Alpha Boys abbiano il lavoro assicurato in qualche orchestra al momento di lasciare la scuola per sopraggiunti limiti di età. La carismatica Sister Ignatius è la direttrice dell’istituto durante gli anni cinquanta e sessanta e molti musicisti hanno parole di grande rispetto per questo personaggio.
Sonny Bradshaw (leader della Jamaica Big Band): "La prima volta che incontrai Sister Ignatius fu quando fondai i Sonny Bradshaw Seven ed ero in cerca di un sassofonista. Lei mi disse che aveva l’elemento che cercavo e mi portò all’Alpha dove conobbi Joe Harriott.. Aveva un sesto senso nel riconoscere il talento di musicisti nei giovani del ghetto. Non avevamo mai avuto una scuola di musica cosi’ Alpha divenne ‘la’ scuola di musica.
David Madden (trombettista a Studio One): "Sister voleva sempre che cercassimo di essere i migliori nel nostro campo. Perfino dopo che avevamo lasciato la scuola si informava spesso rispetto ai nostri successi professionali.
Rico Rodriguez (trombonista degli Specials): L’educazione delle suore era rigidissima ad Alpha e le ristrettezze economiche facevano si che ci fossero solamente uno o due strumenti al massimo per ogni corso che erano destinati ai migliori e più meritevoli. Se volevi diventare un musicista cosi’ non dovevi assolutamente sprecare il tuo tempo.
Trojan rende omaggio in questo CD ad Alpha nel suo stile accostando materiale di natura molto diversa ma completamente proveniente da ex-allievi : si inizia con una serie di jazz standards registrati in Giamaica negli anni cinquanta da personaggi come Bertie King, Joe Harriott e Harold McNair e l’arrivo dello ska è rappresentato da ‘Eastern Standard Time’ di Don Drummond, il brano preferito in assoluto di Sister Ignatius. Con la magnifica ‘Musical prressure’ del trombonista Jo Jo Bennett arriva il rock-steady e si prosegue nell’ascolto tra magnifici esempi di lounge-music giamaicana ante litteram in cui gli strumenti a fiato sono protagonisti. Gli stessi titoli fanno a gara con l’evocatività della musica ed abbiamo ‘Pure soul’ del vibrafonista Lennie Hibbert, ‘Hot Coffee’ di Headly Bennett, ‘Sea breeze’ di Cedric Im Brooks e ‘Rainbow into the Rio Mino’ di Rico. Johnny Osbourne è presente con una vera e propria perla e cioè ‘Warrior’, una ‘early reggae tune’ registrata quando era ancora il cantante solista dei Sensations, mentre addirittura Leroy Wallace cavalca come deejay un rovente ritmo skinhead reggae. Nel finale Glen Da Costa e Eddie Tan Tan abbandonano il reggae per sfociare nell’easy listening mentre l’Alpha Boys Band chiude a dovere il CD con l’inno della scuola. La storica label inglese non poteva sottolineare in modo migliore di questo l’importanza della Alpha Boys School accostando dei veri e propri classici a delle ‘chicche’ dagli albori del reggae.



Vibesonline.net - 2006

Per tornare all'inizio pagina
Per tornare all'indice delle recensioni



 

 


This page is part of the Vibesonline.net web-zine
home page http://www.vibesonline.net
web design: Vibrazioni Visive - mimmo@bassculture.it